Calendario

Eventi in programma

Eventi passati

  • venerdì 13 febbraio 2015

    noosfera1a

    ROBERTO LATINI / Noosfera Lucignolo

    Dal personaggio immaginario descritto da Collodi nelle avventure del suo Pinocchio e attraverso l’esplorazione della scrittura che diventa scenica.

  • sabato 14 febbraio 2015

    noosfera1b

    ROBERTO LATINI / Noosfera Titanic

    Essere attori di questo Teatro è come essere saliti sul Titanic.

  • sabato 14 febbraio 2015

    laboule

    SOTTOVOCE / Laboule

    Chitarra pizzicata piano, rumori sommessi e cani che abbaiano in lontananza, fruscii quasi impercettibili, di quelli che ti accorgi che ci sono solamente quando finiscono.

  • domenica 15 febbraio 2015

    noosfera1c

    ROBERTO LATINI / Noosfera Museum

    Il disagio dell’attesa di un futuro che si è dimesso dalle nostre aspirazioni, la cecità del fondo di un qualsiasi fondo, il mutismo dei pensieri di chi né servo né padrone parla.

  • domenica 15 febbraio 2015

    incontri

    DE-GENERAZIONI / Incontro con Roberto Latini

    In che modo una poetica influenza la contemporaneità e da questa viene influenzata? Che relazione ci può essere o c’è tra realtà, società, contesto storico ed evoluzione dell’arte? In che modo il contesto entra quindi nella riflessione artistica e contribuisce al suo significato storico?

  • dal 20 febbraio al 23 febbraio 2015

    maniaci

    MANIACI D’AMORE / Morsi a vuoto

    Mi chiamo Simona, come tutti. Non riesco a fare a meno di ridere di tutto. Sono cattiva, confusa e disarticolata. Ho amici precari e leggeri come me. Genitori distratti e infelici come me.

  • domenica 22 febbraio 2015

    incontri

    DE-GENERAZIONI / Incontro con i Maniaci d’Amore

    In che modo una poetica influenza la contemporaneità e da questa viene influenzata?

  • dal 27 febbraio al 2 marzo 2015

    iodice

    DAVIDE IODICE / Mangiare e bere. Letame e morte

    È un lavoro di teatro e danza per danzatrice sola. Sola per la verità non è mai, tranne che per il suo corpo stesso.

  • sabato 28 febbraio 2015

    brenneke

    SOTTOVOCE / Brenneke

    Il taccuino di appunti sonoro di un occhio attento al microcosmo della provincia, dove gli abitanti vorrebbero infrangere le proprie barriere geografiche ma non ci riescono. Indie etereo per orizzonti suburbani.

  • domenica 1 marzo 2015

    incontri

    DE-GENERAZIONI / Incontro con Davide Iodice e Alessandra Fabbri

    In che modo una poetica influenza la contemporaneità e da questa viene influenzata?

  • domenica 1 marzo 2015

    mrhenry

    [annullato] SOTTOVOCE / Mr. Henry

    Un blues spirituale, infarcito di rumori e suoni elettronici, accompagnato da una voce profonda e sofferente. Folk apocalittico fatto di brani brevi e intimi, brandelli musicali imprevedibili e distorti. Musica notturna per anime inquiete.

  • dal 6 marzo al 9 marzo 2015

    masque

    MASQUE TEATRO / Nikola Tesla. Lectures – Il presente

    “Questo tavolo da esperimenti sarà il luogo dal quale vi condurrò nelle pieghe di un misconoscimento che, a nostro parere, non ha eguali nella storia delle conoscenze.”

  • domenica 8 marzo 2015

    incontri

    DE-GENERAZIONI / Incontro con Masque Teatro

    In che modo una poetica influenza la contemporaneità e da questa viene influenzata?

  • mercoledì 11 marzo 2015

    incontri

    DE-GENERAZIONI / Incontro con Teatro delle Albe

    In che modo una poetica influenza la contemporaneità e da questa viene influenzata?

  • dal 14 marzo al 16 marzo 2015

    morganti

    CLAUDIO MORGANTI / La morte di Giulio Cesare

    Una piccola, forse inutile impresa (qual’è il teatro, del resto), ma pur sempre un’impresa!

  • sabato 14 marzo 2015

    littlecreatures

    SOTTOVOCE / Little Creatures

    Canzoni esili, miniature che scaturiscono dall’incontro fortuito di ukulele, tastierine e giocattolini. Ritmi primitivi per far muovere la testa in un modo un po’ stupido. Racconti di balene e canguri, treni e amori, un po’ di allegria e qualche lacrima.

  • domenica 15 marzo 2015

    incontri

    DE-GENERAZIONI / Incontro con Claudio Morganti

    In che modo una poetica influenza la contemporaneità e da questa viene influenzata?

  • domenica 15 marzo 2015

    incontri

    DE-GENERATION / Rumor(s)cena PARTY

    In che modo una poetica influenza la contemporaneità e da questa viene influenzata?

  • giovedì 26 marzo 2015

    incontri

    DE-GENERAZIONI / Incontro con Fibre Parallele

    In che modo una poetica influenza la contemporaneità e da questa viene influenzata?

  • dal 9 aprile al 27 aprile 2015

    nn-cb

    N.N. Figli di nessuno

    In scena due sole figure. Un padre e un figlio. L’azione è il loro colloquio, un colloquio apparente, un flusso di parole che attraversa entrambi ma che potrebbe appartenere ad uno solo. Uno più uno è davvero uguale a uno.

  • dal 14 maggio al 25 maggio 2015

    solodimecb

    Solo di me_Se non fossi stata Ifigenia sarei Alcesti o Medea

    In scena due sole figure. Un padre e un figlio. L’azione è il loro colloquio, un colloquio apparente, un flusso di parole che attraversa entrambi ma che potrebbe appartenere ad uno solo. Uno più uno è davvero uguale a uno.

  • sabato 4 luglio 2015

    tricarico

    FRANCESCO TRICARICO / Solo per pistola

    Ci saranno le canzoni che ho scritto. Ci saremo io Marc e Mic. Ci sarà una pistola. La pistola che porto sempre con me dietro la schiena, sotto la maglietta, dentro i pantaloni. Perché dove sono cresciuto io una pistola è sempre presente e una pistola è la paura (cazzo), la paura che rende vigili attenti come animali feriti.

  • domenica 5 luglio 2015

    dangelomartinovic

    FEDERICA D’ANGELO e KSENIJA MARTINOVIC / Vestimi bene e poi uccidimi

    Se morissimo improvvisamente, come vorremmo essere vestite per la nostra sepoltura? In scena due giovani donne, due ragazzine si muovono in uno spazio popolato da fiori secchi, cambiandosi d’abito come fosse un gioco di travestimenti.

  • domenica 5 luglio 2015

    bergman

    TEATRO i – CIRCOLO BERGMAN / Werther (?) o dell’assoluto

    Una voce in cuffia guida un gruppo di spettatori in un percorso fra spazi diversi, alla scoperta di una mostra incompiuta ispirata al romanzo I dolori del giovane Werther di Goethe.

  • domenica 5 luglio 2015

    delleali

    DELLEALITEATRO / Oh … tu che mi suicidi

    Van Gogh […] non si è suicidato in un impeto di pazzia, nel panico di non farcela, ma invece ce l’aveva appena fatta e aveva scoperto chi era quando la coscienza generale della società, per punirlo di essersi strappato ad essa, lo suicidò.

  • lunedì 6 luglio 2015

    oyes

    COMPAGNIA OYES / Vania

    Le paure, il senso di vuoto, la difficoltà di sognare della nostra generazione attraverso una drammaturgia originale che pone le sue fondamenta sui temi e i personaggi principali di “Zio Vanja”, uno dei capolavori di Anton Cechov.

  • lunedì 6 luglio 2015

    quotidiana

    QUOTIDIANA.COM / L’anarchico non è fotogenico

    Due cow-boy, poi improbabili danzatori, o forse solo due esseri in bilico ai limiti del paradosso pronunciano il loro bà-sta!, un’esclamazione forte, quasi performativa, che traccia il confine dell’opportunità o della sopportazione e genera una cesura fra presente e futuro.

  • martedì 7 luglio 2015

    esposito

    ANNALISA ASHA ESPOSITO / Hija de la Revoluciòn! Frida e il suo doppio

    Frida, la bella di nessuno. Una splendida Fenice, passionale, orgogliosa e sanguigna, trascinata nella cenere dal suo stesso corpo fragile. Dilaniata dal dolore fisico che scioglie le catene dello spirito e le getta su un foglio bianco, per parlare di sé, per gridare aiuto, per sfoggiare la sua vanità disperata e trasformarla in opera d’arte.

  • mercoledì 8 luglio 2015

    miriamgiudice

    MIRIAM GIUDICE / Il rito di Antigone

    La linea sottile tra il dovere e il sentire, il pensare e l’agire prende vita in questo personaggio che sceglie di prendere su di sé proprio destino, di compierlo fino in fondo.

  • giovedì 9 luglio 2015

    angeloniripa

    GIULIA ANGELONI – FLAVIA RIPA / Santi, balordi e poveri cristi

    Uno spettacolo di affabulazione e musica, ispirato a motivi tratti dalla tradizione popolare, per lo più italiana. Si articola in un’ora e mezzo circa di performance ed è composto da un susseguirsi di racconti, fiabe, cantate popolari, in una cornice che strizza l’occhio alla tradizione del teatro dei giullari e dei cantastorie.

  • venerdì 10 luglio 2015

    agaveteatro

    TEATRO i – AGAVETEATRO / Ismene Sono rimasto bellissimo

    Sono rimasto bellissimo non è uno spettacolo, è un percorso: crea traiettorie, unisce punti. È la prima tappa di una ricerca. La sua natura comodamente si chiarirà.

  • venerdì 10 luglio 2015

    tintinelli

    COMPAGNIA ASTORRITINTINELLI / Con tanto amore, Mario

    Un lavoro sempre aperto, sono annotazioni di problemi, idee, invenzioni, partiture, materiali, lettere, giornali, date, mappe di viaggio, incontri…niente…

  • martedì 14 luglio 2015

    canini

    RISERVA CANINI / Talita Kum

    Talita Kum nasce da una visione, complessa e insieme lineare, come lo sono certi sogni del pomeriggio. È uno spettacolo nato senza parole che nel silenzio ci ha suggerito una storia. E noi le abbiamo dato vita seguendo la rotta di un viaggio che assomiglia molto a una febbre, a un mancamento, a uno di quei momenti in cui le energie si esauriscono e si confondono dentro i nostri incomprensibili confini.

  • mercoledì 15 luglio 2015

    chronos

    CHRONOS3 / Qualcosa a cui pensare

    Un’opera ironica e appassionata, più simile ad un ricordo o ad un sogno: il piccolo ritratto di una generazione che vuole cambiare pelle e trovare una propria identità da proiettare nel futuro.

  • giovedì 16 luglio 2015

    nut

    COMPAGNIA NUT / YES!

    Dalla massa informe e colorata del Caos, emerge un essere vivente, l’essere umano. Ancora sospeso, questo Essere, nella dimensione pulsante ma senza direzione dove le identità del femminile e del maschile ricercano il loro stato autentico.

  • venerdì 17 luglio 2015

    copertestrette

    COPERTE STRETTE / Hotel Lausanne

    Hotel Lausanne è un museo vivente popolato da sosia. All’Hotel Lausanne si accede con un provino. Come un normale posto di lavoro è governato da regole e modalità di accesso e di uscita.

  • sabato 18 luglio 2015

    campoverde

    CAMPOVERDE OTTOLINI / Dammi la tua fine. Studio su precarietà, vino e poesia

    Hank, poeta operaio, che usa la sua arte per fuggire dalla banalità della ripetizione perde il suo posto di lavoro sprofondando ancora di più nel senso di precarietà che il lavoro riusciva a mitigare.

  • domenica 19 luglio 2015

    exit

    EXIT / Ero di

    Ridare voce a ciò che è rimasto ai margini, alla necessità di reinventare, per frammentazione e distorsione, una scrittura per dirlo.

  • domenica 19 luglio 2015

    party

    CITTÀ BALENA PARTY / Festa di chiusura con MSTK

    La festa di chiusura di Città Balena con il djset di MSTK.

  • dal 23 settembre al 19 ottobre 2015

    nca-cb

    Non correre Amleto

    Se corri e non presti attenzione a quello che ti sta attorno, magari, rischi persino di morire. E la morte appare per quello che è, stupida e ridicola.